corso di disegno classico - sgs

Vai ai contenuti
laboratorio di disegno classico accademico:
Tutti i venerdì dalle 18:00 alle 20:00 a Salerno

Per sfuggire alla monotonia della vita quotidiana, un approccio psicologico comune e scientificamente provato è concentrarsi su attività coinvolgenti, capaci di catturare completamente la nostra concentrazione. Tale strategia, valida per tutte le fasce d'età, rappresenta un modo efficace di distogliersi dalla routine e immergersi in un "flow", uno stato di completa immersione in un'attività. Numerosi studi attestano i benefici di questa pratica, specialmente in momenti di incertezza.
Al fine di offrire un'opportunità di distrazione e crescita personale, la SGS presenta il suo esclusivo Laboratorio Didattico di Disegno. Questo laboratorio non solo consente di assaporare un'esperienza di "flow", ma mira anche a educare gli individui nell'assorbire visioni e linguaggi nel campo artistico, integrando tali competenze nella vita quotidiana per un'esperienza più emotiva, intuitiva e creativa.
Durante il corso di disegno, i partecipanti saranno guidati passo dopo passo attraverso la tecnica dei grandi Maestri, un approccio che ha permesso ad artisti di ogni livello di affinare le proprie abilità grafiche. Il corso si basa sul metodo di disegno proporzionale e di modulazione volumetrica osservativa, una fondamenta dell'istruzione artistica accademica classica, arricchita da approfondimenti moderni come l'anatomia volumetrica di Burne Hogart e il "Course de Dessin" pubblicato tra il 1866 e il 1871 da Goupil & Cie.

"Il corso accoglie tutti, indipendentemente dalle competenze pregresse, offrendo la possibilità di iniziare dalle basi o di specializzarsi per chi è già formato."
Capire i volumi del disegno è un aspetto fondamentale per gli artisti e gli appassionati di arte. La capacità di rappresentare tridimensionalità su una superficie bidimensionale è una delle sfide più affascinanti e stimolanti nel campo artistico. Analizzare e comprendere i volumi consente di creare opere più realistiche, suggestive e coinvolgenti.
Innanzitutto, è cruciale acquisire una comprensione approfondita delle basi della prospettiva. La prospettiva è un mezzo attraverso il quale si possono suggerire distanze, dimensioni e profondità su un piano piatto. Conoscere le regole della prospettiva lineare aiuta a creare uno spazio credibile nel disegno, con oggetti che appaiono più grandi vicino e più piccoli lontano, come accade nella realtà.
Oltre alla prospettiva, il controllo delle ombre e delle luci è fondamentale per definire i volumi. Ogni oggetto ha delle superfici che riflettono la luce e altre che la assorbono, creando zone di ombra. L'abilità di rendere in modo convincente queste variazioni luminose contribuisce a modellare la forma dell'oggetto e a suggerire la sua posizione nello spazio.
L'uso sapiente delle linee di contorno è un altro strumento essenziale. Le linee non devono essere rigide o statiche ma devono fluire seguendo la forma dell'oggetto. Attraverso l'uso di linee curve e variazioni di spessore, è possibile comunicare il senso di tridimensionalità e volume.
Infine, l'osservazione accurata è fondamentale. Studiare attentamente gli oggetti reali, osservare come la luce interagisce con le loro superfici e comprendere la relazione tra le diverse parti di un oggetto contribuiscono a migliorare la capacità di rappresentare i volumi con precisione.
In conclusione, capire i volumi nel disegno richiede una combinazione di conoscenza tecnica, pratica costante e una profonda osservazione del mondo circostante. Affinare queste abilità consentirà di trasformare un disegno bidimensionale in una rappresentazione tridimensionale coinvolgente e appagante



PRENOTAZIONE LEZIONE DI PROVA




Tip

telefono
email
Torna ai contenuti